sabato, Maggio 21, 2022
Google search engine
HomeLifestylePh urine: cosa significa, valori normali, peso specifico

Ph urine: cosa significa, valori normali, peso specifico

Che cos è il ph? Il pH urine è un valore che misura l’aicidità o l’alcalinità delle urine. La scala ph è molto ampia, e può andare da 0 a 14: Il ph urine 7 (ph 7) indica la neutralità e dovrebbe essere il valore di qualsiasi persona. Invece, se i valori sono inferiori a 7, come un ph 5, allora vuol dire che si è vicini ad un valore di acidità. Invece se si ha un ph urine 8, allora in questo caso le urine presentano una soluzione alcanina. Il ph acido o il ph basico dipendono da diversi fattori ed è quasi normale che i valori possano cambiare in relazione alla dieta e alla salute dell’organismo.

Il pH delle urine, a differenza del ph sangue, ha un range di variabilità molto più ampio. Per quanto riguarda, invece, il ph del sangue potrebbero osserci oscillazioni tra 0 e 4, che sono sinonimo di patologie gravissime. Per determinare il pH delle urine occorre prendere con un campione di urine fresche, da conservare in un contenitore chiuso per evitare possibili contaminazioni batteriche.

Misurare il pH delle urine

É importante eseguire il pH delle urine, perchè ci dà indicaizoni della funzionalità del nostro organismo. Spesso si effettua l’esame urine ph per riscontrare alcune patologie, ad esempio i disordini sistemici acido/base, o problemi di carattere metabolico, infezioni alle vie urinarie oppure disturbi respiratori. Per alcune persone, che svolgono cicli terapeutici, è importante tenere sotto controllo il valore del pH, che deve essere un pH neutro valore; nè ph basso nè ph alto. Quando il valore è più alto del ph 7 urine, allora l’urina è considerata alcalina, in questo caso si hanno dei problemi alle vie urinarie. Quando, invece, si ha un ph acido delle urine (quindi con un valore inferiore a 7), in questi casi i problemi riscontrati riguardano la diarrea o l’inedia.

Per misuare il ph delle urine basta utilizzare una cartina tornasole, che deve essere immersa nella soluzione rigorosamente fresca.

pH basso o alto: le cause

I valori alti del pH delle urine possono essere causati da diversi fattori come: la sindmroe di Fanconi, l’insufficienza renale, le infezioni al tratto urinario, l’alcalosi metabolica o respiratoria, l’acidosi respiratoria, il vomito, l’acidosi dei tubuli renali, la batteriuria o l’ostruzione del piloro. Spesso, però, un ph alto può essere dovuto dall’uso di diversi farmaci come gli antibiotici, il bicarbonato di sodio, l’amiloride, l’acetazolamide o il citrato di potassio. Per quanto riguarda gli alimenti, la frutta e la verdura tendono a far diventare più alcalina l’urina.

Un pH, invece, acido può essere causato dal diabete, la disidratazione, la diarrea, l’acidosi metabolica, la tubercolosi renale, l’enfisema, malattie respiratorie gravi o il digiuno prolungato. Anche in questo caso la somministrazione dei farmaci può variare il pH delle urine e renderlo più basso: il metolazone, l’acido ascorbico, diazosside, il cloruro di ammonio e la metenamina mandelato. Dal punto di vista alimentare ad acidificare le urine sono alimenti come il succo di ribes, le uova, la carne, le diete iperptoeiche e il succo d’ananas.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments