venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeLifestyleValsinni, cosa vedere? Ristoranti, castello, recensioni, b&b, mare"

Valsinni, cosa vedere? Ristoranti, castello, recensioni, b&b, mare”

Dici Basilicata e pensi a Matera? Sbagliato! Questa regione meravigliosa, ricca di tradizioni antiche e di luoghi magici, non è nota solo per quella che è la città abitata più antica del mondo: la Basilicata è ricca di borghi e luoghi che sembrano come sospesi nel tempo, che si perdono nell’abbraccio benevolo della natura e la esaltano, lasciando preda di un’estasi senza pari chi ha la fortuna di visitarli. Uno di questi borghi è Valsinni.

Valsinni Basilicata cosa vedere

In origine Valsinni si chiamava Favale San Cataldo, un nome che è rimasto fino al 1873, quando il toponimo cambiò definitivamente. Il borgo si trova nella parte sud occidentale della provincia di Matera, arroccato su un’autora dalla quale è possibile ammirare l’intera valle del Sinni. Il paese è noto per essere il luogo d’origine della poetessa Isabella Morra, la cui tragica sorte viene celebrata ogni anno, con una manifestazione molto seguita, chiamata “L’estate di Isabella”. A testimonianza della vicenda triste che la vede protagonista, c’è il castello di Valsinni, quella che fu la prigione della giovane poetessa, assissinata dai suoi fratelli a soli 26 anni.

Il castello di Isabella Morra

Di notevole interesse storico e artistico, il castello di Isabella Morra è la testimonianza più significativa di una vicenda triste e tragica, che vide protagonista la giovane poetessa, vittima dell’insensato odio dei suoi familiari. I fratelli di Isabella, Decio, Fabio e Cesare, infatti, la uccisero perchè convinti che la ragazza avesse intrapreso una relazione clandestina con con il barone Diego Sandoval de Castro, assassinato anche lui. Isabella non ebbe fama in vita, ma la sua produzione poetica venne riscoperta grazie agli studi di Benedetto Croce, che la considerò una delle voci più autentiche della poetica del XVI secolo. La sua tragica vicenda, poi, contribuì ad alimentarne il mito.

La storia di Isabella e Diego

In realtà non esistono prove reali e tangibili della relazione tra Isabella e Diego. La poetessa non fa menzione alcuna del presunto amante in nessuna delle sue poesie. Esiste solo la prova di uno scambio di lettere, intercorso tra i due, ma che all’interno non contempla alcun riferimento a qualche genere di relazione. Quella tra i due fu, con molta probabilità, un’interazione di tipo squisutamente intellettuale. Ma tanto bastò perchè il suo destino fosse inevitabilmente segnato.

Il Parco Letterario

Nel 1993 venne inaugurato il Parco Letterario dedicato ad Isabella Morra, un luogo che è più un sentiero di tipo emozionale, che conduce i visitatori dal borgo medioevale fino al castello, teatro dell’assassinio della giovane poetessa. I visitatori avranno la possibilità di rivivere in pieno quella che fu la tragica vicenda di Isabella, che viene revocata attraverso una serie di rappresentazioni dal vivo, che rimandano ai giorni in cui la giovane trovò la morte.

L’Estate di Isabella

Dal 7 al 22 agosto, tutte le sere, e nel corso del fine settimana del 27, 28 e 29 agosto, l’antico borgo di Valsinni ospita l’Estate di Isabella, una rievocazione storica dedicata alla memoria della giovane poetessa. Un’esperienza assoluamente da provare, un ritorno al passato curato nei minimi particolari dagli organizzatori, per permettere ai visitatori di potersi immergere compleamente in quelli che erano gli usi e i costumi del XVI  secolo, con menestrelli e cantastorie che condurranno i visitatori in una dimensione onirica, per riscoprire l’anima di quei luoghi e della giovane donna che un tempo, con le sue poesie, li ha celebrati.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments