giovedì, Luglio 7, 2022
Google search engine
HomeLifestyleDolomiti Lucane cosa vedere? Ecco i percorsi che "lasciano il segno"

Dolomiti Lucane cosa vedere? Ecco i percorsi che “lasciano il segno”

Sapevate che le maestose montagne del triveneto hanno delle “cugine” nel Sud Italia? Si tratta delle Dolomiti Lucane, cuore del Parco regionale di Gallipoli Cognato Piccole Dolomiti Lucane, istituito nel 1997. Le Dolomiti Lucane devono il nome alla somiglianza straordinaria, dal punto di vista morfologico, con il gruppo motuoso situato tra Veneto, Trentino e Friuli. Ma dove sono le Dolomiti Lucane esattamente? Scopriamolo.

Dove si trovano le Dolomiti Lucane

Guglie maestose e sagome scolpite nella roccia, le Dolomiti del Sud si trovano nell’Appennino Lucano, alle spalle di quella che è consideraa la sua vera ossatura, l’area dei monti Pierfaone, Volturino e Viggiano. Le piccole Dolomiti sono comprese nel territorio dei comuni di Pietrapertosa e Castelmezzano, posti rispetivamente a 1090 e 870 metri sul livello del mare.

Dolomiti Lucane cosa vedere

La formazione delle vette delle Dolomiti Lucane risale a circa 15 milioni di anni fa, durante il periodo del Miocene. Il raggruppameno montuoso più elevato è quello di Costa di S. Martino il quale, insieme ai picchi delle Murge di Castelmezzano e alle guglie di Monte Carrozze, costituisce uno dei punti di interesse principali dei monti lucani. Ma una delle attrazioni più importanti della zona, per gli amanti del trekking e delle escursioni, è il Sentiero delle 7 Pietre. Scopriamo insieme questo suggestivo percorso.

Parco Dolomiti Lucane

Ideato con lo scopo di riqualificare e valorizzare quello che era un antico sentiero contadino che si inerpicava per circa 2 chilometri, questo percorso tra le Dolomiti della Basilicata collega Pietrapertosa e Castelmezzano, ed è composto da tragitti sviluppati su quote variabuli. Si parte dai 920 metri sul livello del mare di Pietrapertosa, ai 770 metri di Castelmezzano, passando attraverso il Torrente Caperrino, che si raggiunge scendendo fino a 660 metri s.l.m.

Dolomiti Lucane Castelmezzano

Il percorso si ispira ad un testo di Mimmo Sammartino, “Vito ballava con le stelle” ispirato, a sua volta, da quelle che sono le leggende e i racconti della tradizione locale, tramandati oralmente da generazioni. Ma quella che è considerata l’attrazione principale dei paesi delle Dolomiti, è il Volo dell’Angelo, un perorso adrenalinico tra le guglie delle Dolomiti, adatto a chi è in cerca di emozioni e, sicuramente, non soffre di vertigini.

Dolomiti Basilicata

Per chi ritiene che l’inerpicarsi tra le cime scoscese delle Piccole Alpi non sia sufficientemente emozionante, è disponibile un’attazione che aggiunge quel tocco di adrenalina in più, che riuscirà a rendere indimenticabile la visita alle Piccole Dolomiti. Legati ad un cavo d’acciaio sospeso nel vuoto, si potrà percorrere il tragitto che va da Pietrapertosa a Castelmezzano. A 400 metri di altezza, ci si lancerà in un vero e proprio volo, che porterà ad attraversare alcune delle località caratteristiche delle Piccole Dolomiti, i cui appellattivi derivano dalla forma caratteristica acquisita nei secoli, come “l’Incudine”, o “La Grande Madre” oppure, ancora, “La Civetta”.

Volo dell’Angelo Castelmezzano Dolomiti Lucane

Il volo prevede due percorsi, il primo va da Pietrapertosa a Castelmezzano, a 859 metri, e prevede un tragitto di 1452  metri, durante il quale si raggiunge una velocità di 110 chilometri all’ora. Il secondo, invece, parte da Castelmezzano e arriva a Pietrapertosa, compiendo un percorso più lungo e con una velocità maggiore rispetto al precedente, che può arrivare fino a 120 chilometri orari. Ottanta secondi di batticuore e adrenalina, un panorama mozzafiato e l’ebrezza del contatto con la natura più selvaggia: un’esperienza da provare assolutamente!

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments