giovedì, Luglio 7, 2022
Google search engine
HomeBorsa e CriptovaluteAssicurazione auto scaduta, quali sono le sanzioni? Cosa si rischia?

Assicurazione auto scaduta, quali sono le sanzioni? Cosa si rischia?

Mettersi alla guida di una vettura, con assicurazione scaduta, costituisce un’infrazione al Codice della strada. Le norme di circolazione, ordinariamente, prevedono che per porsi alla conduzione del mezzo o sostare sul terreno pubblico, l’auto debba possedere la cosiddetta copertura rca. Infatti, in caso di scontri con altri automobilisti o altri incidenti, sarà la compagnia assicurativa ad occuparsi del rimborso dei danneggiamenti.

Al momento, in Italia, all’incirca 4 milioni di auto sono in giro, per le strade della nostra nazione, a circolare senza assicurazione: sebbene non sia da escludere il fattore disonestà, occorre tener conto, talvolta, di possibili dimenticanze, riguardanti il rinnovo polizza auto.

Ad ogni modo, al termine delle due settimane successive alla scadenza polizza auto, conseguono gravi sanzioni. Normalmente, si tollera la disattenzione, per un periodo di quindici giorni, seguente il limite del decadimento ufficiale dell’assicurazione. Ad esempio, guidatori con assicurazione 5 giorni (o assicurazioni 5 giorni), con polizze non sortenti più effetti, non si dovrà sborsare neppure un euro.

Quando però ci si ritrova a guidare senza assicurazione, senza procedere al rinnovo assicurazione auto, decaduta da più di quindici giorni, si può incorrere in tante ammende. Tra queste, la più pesante è nota come confisca veicolo senza assicurazione.

Assicurazione scaduta sanzioni

Secondo l’articolo 193 codice della strada, infatti, è previsto, primariamente, il sequestro della vettura: il mezzo, con copertura assicurazione scaduta, sarà trainato, mediante l’impiego di un carro attrezzi, presso il deposito più sicuro.

La multa, per di più, per chi possiede una macchina senza assicurazione, da oltre 15 giorni, è piuttosto salata. La multa senza assicurazione va da un minimo di 841 € ad un massimo di 3.287 €. E’ possibile ottenere una riduzione del quarto della quota totale, se si stabilisce di demolire la vettura, un mesetto dopo la constatazione dell’infrazione. Tuttavia, si dovrà sempre erogare una cifra, pari ad almeno 841 euro.

Nella sopracitata ipotesi, la cauzione sarà quasi totalmente restituita, fatta eccezione per il 25% della somma. Altra metodologia per conseguire l’annullamento dell’ammenda è rappresentato da una compensazione di 841 €, affiancata dal risarcimento dei costi di prelievo, trasporto e custodia dell’auto pignorata. L’operazione è realizzabile solamente dopo il rinnovo successivo alla scadenza assicurazione auto.

Si può incappare in contravvenzioni anche quando non si è alla guida senza assicurazione. Basta parcheggiare un veicolo, con una non aggiornata copertura assicurativa dopo scadenza. Occorrerà, allora, custodire tale mezzo in aree private, chiuse allo scorrimento pubblico.

Novità sulle nuove leggi vigenti nel campo assicurazioni

A partire dal 18 ottobre 2015, non è più vietata la mancata segnalazione, attraverso contrassegno giallo, dell’assicurazione sul parabrezza della macchina. Il tutto avviene, oramai, telematicamente.

Quest’ultima modalità permette un più efficiente controllo veicoli assicurati. Grazie ai nuovi strumenti, si effettua un confronto nel database della motorizzazione che comunica, velocemente, a una pattuglia a pochi km, le auto non a norma.

Riguardo alle differenti compagnie, sappiamo, inoltre, che è attivo un controllo rca allianz, attuato attraverso un’applicazione scaricabile da internet, che comporta una sorveglianza efficace e rapida di vetture, con assicurazione scaduta 15 giorni. Si tratta di un servizio gratis e disponibile anche per tutti coloro che non sono ancora clienti della società.

 

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments