giovedì, Luglio 7, 2022
Google search engine
HomeSportQuanto guadagna un calciatore di Serie D? Tutte le cifre del 2022

Quanto guadagna un calciatore di Serie D? Tutte le cifre del 2022

Quanto guadagna un calciatore di Serie D? Spesso immaginiamo il calciatore come un atleta che guadagna milioni di euro giocando in squadre importantissime. Tuttavia, non tutti i calciatori hanno la possibilità di giocare in top club. Esistono serie minori nelle quali percepiscono guadagni meno onerosi.

Cos’è la Serie D?

La Serie D è inserita all’ultimo posto nella piramide calcistica italiana. La parola D fa riferimento al fatto che parliamo di calcio dilettantistico, quindi non professionistico. È composta da 171 squadre e si divide in 9 gironi di cui 5 con 20 club, 3 con 18 ed uno solo con 17.

Tutti i club sono posizionati geograficamente in luoghi specifici, per cui le squadre non hanno difficoltà dal punto di vista logistico. Contenere le spese è infatti uno dei più importanti obiettivi economici della serie D, dato che parliamo di un sistema calcistico poco sviluppato, o comunque meno spettacolare rispetto alle altre categorie.

Vediamo allora di capire quanto guadagna un calciatore di serie D nel 2022.

Stipendio calciatore Serie D

Un calciatore di Serie D essendo per definizione un dilettante non ha un contratto firmato con la società di riferimento. Dunque, anche lo stipendio sarà centellinato in base alle caratteristiche intrinseche del giocatore.

Quanto guadagna un calciatore di serie D? In soldoni, possiamo dire che non esistono cifre fisse, tutto dipende dalla società di riferimento e dalla bravura stessa dell’atleta. Insomma, chi guadagna di più è di solito il calciatore più bravo della rosa.

La cifra in media consiste in 30.658 euro lordi a stagione (stipendio serie D), spalmati su dieci mensilità (la durata del campionato). Lo stipendio al mese è quindi pari ad un massimo di 3066 euro lordi. Sono soldi questi che, come abbiamo detto, non sono dovuti alla firma di un contratto, né sono legati a prestazioni occasionali (il calciatore non ha partita iva, svolge la sua professione per pura passione).

Le cifre del 2022

Le cifre di quest’anno sono più o meno simili rispetto agli altri anni. C’è però da sottolineare che la cifra mensile si è leggermente ridotta a causa della crisi del settore. Basti solamente pensare al fatto che l’assenza dei tifosi abbia influenzato negativamente su tutto il sistema della serie D. La categoria, soprattutto nell’anno 2020, ha rischiato di crollare su sè stessa.

Tuttavia, nel 2022 i calciatori di Serie D possono ritenersi ancora fortunati nel guadagnare giocando quello che viene ritenuto il migliore sport del mondo.

 

 

 

 

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments