mercoledì, Agosto 10, 2022
HomeSocietà11 luglio giornata mondiale della popolazione: origini, curiosità, perché si festeggia

11 luglio giornata mondiale della popolazione: origini, curiosità, perché si festeggia

Questo 11 luglio la Giornata Internazionale della Popolazione (o World Population Day) ci offre l’opportunità di riflettere sul fatto che, pur appartenendo a popoli diversi, siamo uniti in una sola umanità e che il benessere dei nostri vicini riguarda anche noi. Non tutti sanno in cosa consiste questo giorno, ecco perché possiamo partire parlando della sua origine.

La giornata mondiale della popolazione: il suo significato

Il World Population Day è stato fondato nel 1987 a partire dalla consapevolezza che sviluppo mondiale e popolazione sono due fattori strettamente collegati: per questo, se non si migliorano le condizioni della vita delle persone, allora anche lo sviluppo del pianeta ne risulta frenato. Ecco perché questa giornata internazionale sceglie di mettere l’accento sugli aspetti demografici, sulla famiglia, sulla parità di genere e la salute materna. Considerano l’aumento progressivo di persone nel mondo, la pianificazione familiare e la parificazione dei diritti delle donne risultano punti fondamentali sia per disciplinare la crescita demografica che per aumentarla in quei paesi del globo dove si sta fermando.

Anche la povertà è un tema trattato da questa giornata, una povertà che i dati hanno visto avanzare a causa della pandemia e che ora affligge sempre più il mondo occidentale. Il Consiglio dell’ONU ha tuttavia fatto notare che la povertà è legata anche agli sconvolgimenti causati dalle mutazioni climatiche: insomma, si tratta di una serie di concause che vanno combattute su più fronti. La salvaguardia del pianeta è una responsabilità di tutti e per questo viene sottolineato l’impegno nel raggiungere gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile.

La discriminazione femminile è al centro del dibattito in questi giorni: a tal proposito come non pensare al recente dietrofront degli Stati Uniti sulla questione dell’aborto, una decisione che ha lasciato tutti scioccati e sta scatenando numerose proteste.

La giornata mondiale della popolazione in Italia

Il World Population Day genera delle riflessioni che ci spingono inevitabilmente a considerare la questione parità di genere nella nostra nazione.  Nonostante siano stati fatti dei passi da gigante, la disuguaglianza uomo/donna purtroppo è ancora presente con forza, soprattutto per quanto riguarda il settore lavorativo, che vede in generale gli stipendi femminili ancora al di sotto di quelli maschili e la netta minoranza di donne in posizioni apicali. Per non parlare della maternità, vista molte volte come un ostacolo da alcuni datori di lavoro.

Ma non si tratta sono dell’ambito professionale, in quanto l’affermazione femminile passa per molti territori, come quello della sessualità. I pregiudizi legati al genere femminile, i tabù, le molestie.. sono tutti temi scottanti e attuali, la maggior parte delle volte sostenuti dalla fetta femminile della popolazione ma non sempre di quella maschile. Parecchi uomini purtroppo si rifiutano di riconoscere l’esistenza della disuguaglianza.

Altra questione riportata dai telegiornali è il drastico calo di nascite: un vero colpo alla demografia dell’Italia, dove i giovani, a causa della crisi economica, fanno sempre più fatica ad assicurare un futuro stabile ad un papabile neonato, o un tetto sulla testa.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments