lunedì, Settembre 26, 2022
HomeNewsChi è Giulio Pampiglione, figlio di Carla Cassola? Padre, vita privata, fidanzata,...

Chi è Giulio Pampiglione, figlio di Carla Cassola? Padre, vita privata, fidanzata, le tre rose di Eva

Figlio della brillante interprete Carla Cassola, Giulio Pampiglione è un attore italiano.

Nato a Roma, sul finire degli anni settanta, precisamente nel 1978. Intraprende il mestiere di attore, dall’inizio degli anni 90. Il suo esordio è contrassegnato dalla partecipazione al film Il volo di Teo.

Sono in molti a tessere le lodi di quest’artista che, probabilmente, ha ereditato il talento della madre. Generalmente, lo ritroviamo nei panni di personaggi semplici e umili.

Carriera

In ambito cinematografico, diviene celebre fra gli adolescenti degli anni duemila, grazie al ruolo che gli è stato affidato nella pellicola 3 metri sopra il cielo. Nel film, interpreta Marco, altro protagonista fra i tanti ragazzi che sono alle prese con i loro primi amori, le loro primissime delusioni e prime amicizie.

Lo ritroviamo più tardi in film come Riconciliati o L’uomo privato, lungometraggio nel quale vestiva i panni di un ragazzo, che aveva scelto la morte. Un suicidio causato dall’ossessione che il giovane  aveva maturato, per quell’uomo privato che altri non era che un insegnante, dotato di grande fascino e bellezza.

E’ nel mondo della televisione, però, che Pampiglione riesce a trovare il suo miglior campo da gioco. Lo si vede spesso in miniserie, quali Le ragioni del cuore, al fianco di attori come Irene Ferri e Stefano Accorsi.

Successivamente, nel 2003, diviene parte del cast di un’altra serie tv, chiamata Tutti i sogni del mondo. Ancora lo ritroviamo in alcune puntate di Don Matteo e Diritto di difesa, riesce a ottenere una part nella serie La freccia nera, assieme al collega Riccardo Scamarcio.

Vita privata e altre curiosità su Giulio Pampiglione

In una recente intervista, Giulio ha affermato di essere fidanzato con una ragazza che vive all’estero e che non svolge la sua stessa professione.

Fra i tanti segreti raccontati durante il colloquio col giornalista, ha asserito di non aver scelto la carriera di attore per seguire le orme dei genitori, ossia di Carla Cassola e Andrea Tidona, entrambi interpreti.

La sua è stata una decisione autonoma e volontaria, a stimolarlo sarebbero state la sua innata curiosità e infinita voglia di sperimentare, cosicché oltre a cimentarsi nella fotografia, ha anche effettuato una grande quantità di provini.

Fra le altre confessioni, anche il ringraziamento per la direttrice Torrini, che ha visto in lui potenziali doti artistiche da far sviluppare. Definita da lui una grande maestra della professione, una donna che ha saputo trasmettergli e insegnargli tanto.

Svelato anche il suo apprezzamento per un film come L’uomo privato, fischiato al festival di Roma. Secondo lui, il film era una chiara provocazione e dava vita ad un personaggio medio della società odierna, cinico e disinteressato.

In ultimo, dichiara che, sfortunatamente, l’aspetto fisico è ancora una delle carte vincenti, per poter accedere al mondo della tv. Tuttavia, se la bellezza non è accompagnata da altre qualità, nella vita, così come sul set, serve a molto poco, ha aggiunto immediatamente dopo.

Le tre rose di Eva

Giulio è noto soprattutto per il suo ruolo di brigadiere prima e maresciallo poi, all’interno della fiction chiamata le tre rose di Eva. Centrale soprattutto nella terza e quarta parte della serie tv, ove è legato sentimentalmente a una delle protagoniste.

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments