lunedì, Settembre 26, 2022
HomeNewsMarta Novello chi è? Storia, movente, come sta

Marta Novello chi è? Storia, movente, come sta

Marta Novello è una ragazza 25enne protagonista suo malgrado di un grave fatto di cronaca nera. Nel marzo scorso è stata aggredita da un quindicenne. ricevendo 23 coltellate e trovandosi a lottare fra la vita e la morte. E oggi, mentre Marta è ancora in ospedale, le sua vicenda si fa ancora più pesante, dato che il suo aggressore è stato scarcerato per un errore formale. Una notizia che ha sconvolto non solo il paese in cui i due vivono, ma l’intera nazione: come può un soggetto così pericoloso, pur se giovane, ritrovarsi libero?

La vicenda di cronaca

Un pomeriggio di marzo Marta Novello, a Marocco di Mogliano, decide di andare a correre per allenarsi. Una volta come tante altre; ma quel giorno, in una strada di campagna, un ragazzo sembra a lei sconosciuto l’ha raggiunta e l’ha aggredita infliggendogli ben 23 coltellate. La donna ha tentato di difendersi, i due nella colluttazione sono caduti nel canale. Li hanno visti da alcuni operai che hanno notato la bicicletta ferma del ragazzo; li hanno ,separati mettendo in salvo Marta e fermando il ragazzino.

Quest’ultimo è un 15enne portato nel carcere minorile di Treviso, poi trasferito a Napoli, con l’accusa di tentato omicidio, sebbene tramite l’avvocato abbia cercato di far cambiare l’accusa in un tentativo di rapina. In ogni caso, resta il mistero sul movente di un gestoo tanto violento.

Il ragazzo è conosciuto in zona, per il suo comportamento non certo irreprensibile. Anche il sindaco del paese, Davide Bortolato  ha dichiarato che molti lo conoscevano per avere atteggiamenti da bullo e passare ore nei parchi senza nulla da fare.

Marta Novello, l’errore che ha liberato il suo aggressore

Al ragazzo deve scontare 5 anni da scontare nel carcere di Napoli; è già stato quindi ritenuto colpevole sia in primo che nel secondo grado di giudizio. Eppure oggi, dopo pochi mesi, è fuori per un errore. I termini della custodia cautelare scadevano il 21 luglio, poi il ragazzo andava in comunità. Ma sul documento è apparsa la data 21/9 (settembre) invece di 21/7, così il ragazzo era formalmente libero. E sembra sia partito per Londra con la madre, l’unico genitore che vive con lui, dato che il padre invece sembra sia un immigrato africano che lo ha abbandonato.

Lui stesso ha certificato la notizia, aprendo un nuovo profilo social – ora già chiuso – e inviando messaggini agli amici dicendo a tutti “sto tornando”. In effetti il ragazzo è passato da Mogliano qualche giorno, cercando anche di incontrarsi con qualche coetaneo; cosa ha destato la preoccuazione dei genitori. Poi è partito con la madre.

Come sta Marta Novello ora

Intanto Marta continua la sua battaglia per riavere la propria vita. È ricoverata all’ospedale di Treviso al Ca’ Foncello di Marocco di Mogliano, in terapia intensiva, è stata sottoposta ad interventi chirurgici. Le sue condizioni erano gravi, ma ha ripreso a respirare da sola, uscendo dal coma e questo è già un bel passo avanti. Appena si è ripresa, dal reparto di rianimazione,  ha chiesto subito di poter parlare con i genitori.

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments