Chi è Frida Kahlo? Vita privata, amori, malattia, opere

0
1114

E’ diventata un’icona del nostro tempo, ma la sua vicenda umana e artistica non è conosciuta da tutti. L’esplosione del fenomeno Frida Kahlo nella cultura di massa è piuttosto recente.

Chi era Frida Kahlo? L’artista è nata nel 1907 a Coyocan, alle porte di Città del Messico da genitori ungheresi emigrati in Germania e di religione ebraica. Dalla madre ha preso i colori, dal padre la passione per la fotografia che caratterizzerà la sua vita in maniera preponderante. Tuttavia proprio come pittrice Frida Kahlo lascerà un’impronta indelebile nella sua Nazione e nelle donne di mezzo mondo. Eppure da bambina Frida voleva diventare un medico ed entrò nel gruppo di studenti dei Los Cauchacas, prima di avvicinarsi alla politica ed al socialismo, e prima soprattutto del tragico incidente che la segnerà per sempre. Tenendo conto dei problemi fisici e della malattia Frida Kahlo ha condotto una vita sorprendente, grazie ad una tenacia senza pari ed ad un talento smisurato.

Incidente Frida Kahlo

La biografia di Frida Kahlo non può prescindere dal racconto del tragico episodio avvenuto quando aveva appena 18 anni. Il 17 settembre 1925 la giovanissima Frida stava rientrando a casa col compagno di scuola Alejandro Gomez, ma il bus sul quale viaggiavano si schiantò contro un muro provocando la morte di diversi passeggeri. Le conseguenze di quell’incidente furono devastanti per lei: la colonna vertebrale si fratturò in tre punti e Frida si ruppe il bancino, le costole, la gamba e il piede, oltre a perdere per sempre la possibilità di avere figli. Un corrimano entrò nell’anca sinistra e la trapassò. Indossò il busto per 9 mesi e per molti altri rimase immobile a letto. Alla fine gli interventi chirurgici saranno ben 32 per un numero elevato di settimane trascorse in ospedale o da inferma.

Frida Kahlo malattia e matrimonio

Proprio in questo contesto nacque la Frida pittrice che poi tutti ammireranno. Utilizzando uno specchio sul soffitto e i colori a olio comincia a dipingere autoritratti. All’inizio è un modo per trascorrere il tempo, diventerà poi un suo tratto distintivo e i quadri di Frida Kahlo assumeranno una valenza artistica e umana unica. Dopo aver ripreso a camminare, nel 1928 la giovane Frida diede corpo al suo impegno politico nel Partito Comunista che di lì a poco venne dichiarato fuorilegge.

E’ in quegli anni che nella vita di Frida fa capolino il grande amore della sua vita, il pittore Diego Rivera. I due si trasferirono negli Stati Uniti, ma la loro vita sentimentale fu alquanto turbolenta con continui tradimenti, soprattutto da parte di Diego (tra i quali quello con sua sorella) e rotture frequenti, fino alla separazione del 1939.

I due vivranno anche un secondo matrimonio nel quale la pittrice, ormai diventata donna matura, rifiutò di andare avanti coi guadagni del marito e di avere rapporti sessuali con lui. Nel 1944 i problemi di salute tornano a far capolino e Frida, col busto d’acciaio, dipinge forse la sua opera più nota, La colonna spezzata.

Muore ad appena 47 anni, nel luglio 1954, per un’embolia polmonare: pochi anni prima aveva perso la gamba, andata ormai in cancrena. “Spero che l’uscita sia gioiosa e spero di non tornare mai più” disse prima di lasciare questo mondo.