Quanto lavora un cuoco? Stipendio, orari, ristoranti

0
1002

E’ uno di quei lavori che può essere fatto solo per passione. Dietro uno chef stellato ci sono migliaia di professionisti del settore che sgobbano duro per molte ore e tanto stress, dietro un compenso non sempre adeguato. La vita da cuoco è dura, nonostante permetta a tanti di vivere a stretto contatto con la propria passione, che prescinde da quanto guadagni al mese: o ce l’hai o non ce l’hai.

Orari di lavoro e stipendio chef

Sulla carta il lavoro in cucina non più di 8 ore al giorno secondo dei turni stabiliti. In realtà, spesso, si tratta di un impegno h24 visto che i compiti dello chef non sono solo quelli di preparare i pasti. La maggior parte dei locali ha due finestre di turno: quello del pranzo che comincia alle 11 e finisce alle 16 e quello della cena che parte alle 18 e finisce all’una di notte.

Fare il cuoco bene richiede però un impegno che dura nell’arco di un intero giorno. La giornata di lavoro parte alle 9, quando c’è il controllo di cosa è arrivato dai fornitori e di tutto ciò che c’è in dispensa per la preparazione. In questa fase della giornata preliminare alcuni chef preferiscono andare a fare in prima persona la spesa, altri invece si dedicano ai condimenti che possono essere delegati anche ad un aiuto cuoco.

Nei locali aperti a pranzo la sala viene di solito aperta a mezzogiorno e per quell’ora comincia il vero e proprio lavoro dello chef e della sua brigata che va avanti fino alle 15. Più o meno a quell’ora la cucina chiude per consentire il lasso di tempo necessario allo step successivo: la cena.

Riordinato tutto dopo il pranzo alle 19 si riparte: la sala riapre per la cena, che in quasi tutti i ristoranti è il momento clou. La cucina resta aperta di solito fino a mezzanotte nelle serate di punta e lo chef finisce il suo turno di lavoro soltanto all’una. Teniamo a precisare che si tratta di orari puramente indicativi. Pensare di avere orari tassativi e quindi di poter uscire dal locale allo scoccare del minuto in cui il turno si esaurisce è pura utopia. Per quanto guadagna un cuoco fa comunque una vita di sacrifici.

A complicare la vita di uno chef e a rendere difficoltosa anche la coesistenza con una famiglia c’è il fatto che si lavora soprattutto nei giorni di festa, domenica incluse. Molti ristoranti proprio nelle festività vivono i loro giorni di maggiore afflusso.

Stipendio aiuto cuoco e chef

Vediamo quanto guadagna un cuoco in Italia. In tale figura prende in media dai 1600 ai 1900 euro al mese. Si tratta di un guadagno buono rispetto ad altre figure della ristorazione, ma la responsabilità è notevole. Si tratta ovviamente di una stima: molto dipende dagli anni di esperienza e dalla tipologia del locale.

Quanto guadagna un aiuto cuoco? Diciamo che nei primi quattro anni difficilmente si arriva ai mille euro. Ed è solo dopo dieci anni di esperienza in cucina che uno chef comincia a vedere dai duemila euro in su. Difficile dire invece quanto guadagna uno chef stellato: tale categoria merita un discorso a parte sia per la tipologia del locale e per i prezzi del menu, sia per il fatto che spesso, soprattutto negli ultimi anni, la loro popolarità li porta a guadagnare anche con consulenze, pubblicità e addirittura programmi tv.

Continua a leggere su Grigliando