Chi è Roberto Da Crema? Vita privata, carriera, bancarotta, patrimonio

0
176

Conosciuto da tutti col soprannome di Baffo d’oro o Principe della notte; negli anni 80 è stato uno dei migliori venditori televisivi d’ Italia. Scopriamo chi è Roberto Da Crema, il televenditore che aveva la caratteristica di battere i pugni su tavole. Sue una serie di gang che utilizzate essere convincente nella vendita di un dato prodotto che lui stesso sponsorizzava.

Profilo e patrimonio

Nasce a Milano il 20 febbraio del 1953. La sua comunicazione verso il pubblico, per incrementare l’acquisto dei suoi prodotti indistruttibili lo ha sempre contraddistinto. Il manipolare, e maltrattare gli oggetti materiali, lo resero popolare in pochi anni. È un modo che lui stesso applicò anche verso, prodotti di scarso valore come potevano essere orologi, tute dimagranti, camicie ed anche giubbini in pelle. Durante gli stessi anni 80 gli venne notificata una multa, per non avere rispettato durante le televendite le norme sul diritto di recesso per la vendita a distanze.

L’ammontare del danno fu di circa mezzo miliardo di euro che successivamente venne ridimensionato. Sposata la compagna di sempre Raffaella, Roberto ha due figli; Valentina e Roberto detto “Moris” che a differenza del padre e della madre che da anni vivino a Lampedusa dopo che il conduttore per un periodo abbandonato la tv, vivono nel capoluogo Lombardo. I due fratelli gestisco l’azienda Pubblistore Baffoitalia, attività che opera nel settore vendite online e non solo.

Carriera

Per allontanarsi dalla tv, incide nel 1995 un album di musica dance intitolato Vendo (Parola di Baffo), prodotto dalla Energy Production, dove un frammento del brano venne utilizzato anche come sigla del programma di televendite L’angolo di Roberto. È comparso nel 1996 come comparsa nel film Chiavi in mano. Svolgeva anche lì il suo ruolo quello di venditore medievale, pronando all’acquisto delle scope di saggina. Seguendo la scia cinematografica, nel 1999 è protagonista del film autobiografico “Per Caso” che però non riscuote un enorme successo al botteghino.

Lascia per un periodo la tv trasferendosi a Lampedusa per iniziare l’attività di pescatore; attività che svolge ancora tutt’ora collaborando per il mercato ittico locale. Nel 2008 per stagione calcistica 2008/09 ha ricoperto il ruolo di addetto alle pubbliche relazioni della società calcistica del Sondrio, nel girone B dell’eccellenza. Per la stessa società gira poi uno spot pubblicitario, per la campagna di abbonamento.

È riapparso in TV durante il 2017 come promotore dei prodotti Unieuro, nel periodo dedicato al BlackFriday di tutti i prodotti messi in promozione, e nello medesimo periodo è presente dalla D’Urso come opinionista di Pomeriggio Cinque. Nel 2018 è partecipe nella terza puntata della trasmissione, che andava in onda su Italia1 “90 Special” in ricordo degli anni passati, insieme a tanti altri artisti, e personaggi dello spettacolo dei tempi che furono. 

Le società

Con sede nella regione Lombardia, Da Crema ha aperto e chiuso diverse società come: la Idroitalia specializzata nella vendita di idromassaggi, seguitavpoi dalla Da.Bi Idroitalia, l’Eurodabi, la Televenditalia, ed infine la Direct. Forse per le troppe società aperte e chiuse, nel 2003 Roberto viene arrestato con l’accusa di bancarotta fraudolenta. Ancora oggi resta aperta e diretta dai figli la società di vendita Pubblistore Baffoitalia. 

Continua a leggere su MigliorTelevisore