sabato, Settembre 23, 2023
HomeEconomiaCome si fa un Curriculum? Dati anagrafici, profilo lavorativo e studi

Come si fa un Curriculum? Dati anagrafici, profilo lavorativo e studi

Sicuramente ognuno di noi si sarà trovato a compilare un curriculum vitae da inviare per cercare di trovare lavoro. Sono molti i modi per compilarlo, diventa fondamentale in questo però inserire tre cose e cioè i dati anagrafici, gli studi effettuati e il profilo lavorativo con le esperienze pregresse. Ma come si fa di preciso un curriculum?

Sicuramente è molto più facile di quello che si pensa soprattutto perché oggi ci sono tanti strumenti che vengono in nostro aiuto, siti internet come Canva che ci forniscono delle formule pre ordinate alle quali aggiungere solo i dati. Ricordiamo che il nostro Cv è come un biglietto da visita, quando ci presentiamo dunque in un posto di lavoro, dove non ci conoscono, risulta molto importante dare una bella sensazione. Inutile negare che per alcuni posti arrivano tantissimi Cv e dunque in questo senso risulta molto importante colpire all’occhio e non passare inosservanti.

Come si fa un Curriculum? Consigli e modus operandi

Per fare un Curriculm vitae si parte dalle nostre informazioni personali e dunque nome, cognome, indirizzo e quant’altro come per esempio la Partita Iva se se ne è in possesso. Si passa poi alle informazioni di contatto come numero di telefono, email, profili social e magari sito internet personale che ci presenti. Giunge poi lo spazio per le esperienze professionali che vanno indicate dalla più recente alla più vecchia, in ordine cronologico. È importante considerare che alcune professioni ci possano obbligare a togliere informazioni inutili, se siamo diventati dei medici a chi interesserà leggere nel Cv che a vent’anni facevamo i dogsitter?

Si passa poi al percorso accademico che diventa importante per far capire il nostro livello di istruzione. Si parte dal diploma per arrivare poi alla laurea, eventuali master o corsi di formazione. Subito dopo possiamo mettere le lingue conosciute con anche il livello che abbiamo sotto questo punto di vista che diventa fondamentale anche nel distinguere come ci comportiamo con lo scritto e con il parlato. Si passa poi ad altre competenze dove possiamo aggiungere delle skill che non sono state enunciate e che possano andare in nostro favore.

Consigli per il Curriculum

Vi lasciamo ora qualche consiglio per realizzare un curriculum vitae perfetto. Per prima cosa assicuratevi di non effettuare errori di ortografia o grammatica per evitare di fare una brutta figura. Cercate di essere sempre molto creativi e dunque di distinguervi dagli altri, un cv piatto con solo i dati può portare veramente a poco e forse la scelta migliore è quella di presentare un documento che si muova seguendo direzioni intelligenti e innovative.

Si deve poi analizzare da vicino con attenzione anche la posizione lavorativa di fronte alla quale ci troveremo. Questo perché non sarà uguale in qualsiasi caso quello che dovremo scrivere. Infatti se ci troviamo di fronte a un determinato tipo di lavoro sarà per noi intelligente utilizzare un metodo, eludendo cose che non solo sono superflue ma a volte addirittura dannose. La cosa più importante è dire sempre la verità per non ritrovarsi in problemi successivamente che davvero sarebbero molto imbarazzanti.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments