sabato, Giugno 22, 2024
HomeSocietàFaye il più giovane Presidente eletto in Senegal ha due mogli e...

Faye il più giovane Presidente eletto in Senegal ha due mogli e quattro figli

L'importanza dell'ammissione di Faye di essere poligamo. Come riformerà il Senegal il nuovo Presidente

Bassirou Diomaye Faye è il nuovo Presidente del Senegal dopo le elezioni che lo hanno proclamato con il 54,3% dei voti. Il 44enne è il più giovane Presidente in carica fino a questo momento ed è un’assoluta sorpresa nel panorama della politica africana, non avendo mai ricoperto una pubblica carica. Faye, Presidente con due mogli, è musulmano praticante, è chiamato dai suoi connazionali Diomaye o l’onorevole’.

L’ammissione pubblica di poligamia di Faye, Presidente con due mogli

La sua campagna elettorale è stata incentrata sul cambiamento radicale con cui Faye vuole cambiare la società senegalese, funestata dei tumulti degli ultimi anni. Le sue parole di ammirazione per Barak Obama e Nelson Mandela indicano la sua vocazione panafricana espressa apertamente nel suo discorso di giuramento. “Sono consapevole che i risultati delle urne esprimono un profondo desiderio di cambiamento sistemico, sotto la mia guida, il Senegal sarà un paese di speranza, un paese pacifico con un sistema giudiziario indipendente e una democrazia rafforzata”

La straordinarietà di Faye consiste nell’essere il primo Presidente ad ammettere di essere poligamo, ma c’è dell’altro. Il quinto Presidente del Senegal è uscito dal carcere il 24 marzo grazie ad una amnistia. La detenzione era stata attuata in quanto Faye faceva parte di un gruppo di oppositori politici. “Tengo sempre presenti i grandi sacrifici fatti per non deludervi mai” ha sostenuto Faye riferendosi ai martiri per la democrazia senegalese.

Le priorità del nuovo governo

Le priorità annunciate da Faye riguardano la riconciliazione nazionale, la diminuzione del costo della vita e la lotta alla corruzione. Nella campagna elettorale, avviata mentre era ancora in carcere, Faye ha annunciato di ripristinare il controllo sui maggiori beni nazionali come il petrolio, il gas e la pesca. Per quanto riguarda il settore alimentare, Faye lotterà per compiere investimenti tali da raggiungere l’autosufficienza.

La comunità internazionale ha accolto con favore l’elezione del nuovo Presidente soprattutto per la sua volontà a stringere relazioni forti con alcuni stati africani. In particolare il Burkina faso, il Mali e il Niger, governati dai militari, che Faye vuole riportare nella comunità economica degli Stati d’Africa occidentale. “Il Segretario di Stato americano Blinken ha sottolineato il forte interesse degli Stati Uniti ad approfondire la partnership” ha affermato il Dipartimento del Senegal.

 

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments