giovedì, Luglio 7, 2022
Google search engine
HomeEconomiaCodice statistico contributivo: elenco, dove li trovo, esempi

Codice statistico contributivo: elenco, dove li trovo, esempi

Cosa sono i codici statistici contributivi? I CSC rientrano nelle procedure di inquadramento con cui l’Inps classifica i datori di lavoro.

Cos’è un codice statistico contributivo?

L’Inps segue l’articolo 48 della legge n.88 del 1989 per valutare il sistema assicurativo dei dipendenti delle aziende con aliquote contributive. In questo modo il datore di lavoro viene inserito in un contesto contributivo che viene identificato mediante l’uso di codici specifici.

Secondo l’Inps l’inquadramento è il provvedimento con il quale l’istituto effettua “la classificazione dei datori di lavoro ai fini previdenziali e assistenziali, in uno dei settori previsti ai sensi dell’art. 49 della legge 9 marzo 1989, n. 88, in relazione all’attività esercitata”.

La procedura di inquadramento prevede al datore di lavoro di essere inserito in una posizione contributiva contraddistinta da una serie di codici. Quest’ultimi determinano le caratteristiche contributive del datore stesso. Vediamo di quali codici trattiamo.

Codice statistico contributivo: elenchi

il Codice Statistico Contributivo (Inps CSC) è la rappresentazione, resa attraverso cinque caratteri numerici, di:

  • settore
  • classe
  • categoria di appartenenza del datore di lavoro

Accanto a questi abbiamo altri codici come quelli noti come codici di Autorizzazione (CA), formati da una cifra e da una lettera, i quali servono ad individuare particolari aspetti, o modalità contributive, diversi da quelli propri del settore di classificazione e per i quali l’attribuzione del CSC non è sufficiente. Pertanto, possono anche non essere presi in considerazione se non si ritengono importanti.

La procedura di inquadramento, automatizzata negli ultimi anni, è strutturata per attribuire ai datori di lavoro la classificazione previdenziale sulla base dell’autocertificazione dell’attività dichiarata e, qualora sia necessario, sulla base dell’autocertificazione dell’attività attraverso la compilazione di un questionario personalizzato in base all’attività che si svolge.

Dal 2014 in poi, con l’avvento della procedura automatizzata di inquadramento, nel momento in cui si presenta una domanda di iscrizione all’Inps si deve obbligatoriamente comunicare il Codice CSC Ateco 2007 dell’attività economica esercitata in relazione alla posizione aperta per i dipendenti. Il Codice Ateco è un codice che viene usato per classificare le diverse categorie professionali di riferimento.

In ogni caso, l’adozione della codifica Ateco 2007 lascia impregiudicato il potere dell’Inps di classificare il datore di lavoro in uno dei settori normativamente previsti in funzione dell’attività svolta, ai sensi dell’art. 49 della legge 9 marzo 1989, n. 88, indipendentemente dal raggruppamento delle attività economiche effettuato dall’ISTAT.

Dove trovo il codice statistico contributivo (Csc Inps)?

Tutte le indicazioni sui codici statistici contributivi si trovano sul sito dell’Inps accanto agli eventuali aggiornamenti. Per maggiori informazioni si consiglio dii consultare il manuale di classificazione dei datori di lavoro, allegato alla circolare Inps dell’8 marzo 2017, n. 56.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments