lunedì, Giugno 17, 2024
HomeBorsa e CriptovaluteNuova funzione di Google per saldo wallet di criptovalute e data di...

Nuova funzione di Google per saldo wallet di criptovalute e data di aggiornamento

Google perferziona le nuove funzioni per il mondo delle criptovalute

Il motore di ricerca Google ha ampliato le sue funzioni riguardo gli utenti delle criptovalute. Anche se il servizio è in fase di assestamento, infatti qualche utente ha mosso lamentele per non riuscire ad utilizzare il servizio in modo costante, è possibile utilizzare il motore di ricerca più utilizzato al mondo, per controllare il saldo dei wallet su varie Blockchain come Bitcoin, Ethereum, Avalanche, Optimism, Polygon e Fantom.

In poche parole digitando su Google un indirizzo wallet un utente visualizza oltre al saldo e al ‘timestamp’, anche altri eventi come la creazione di un blocco nella blockchain, una transazione o altre attività.

Google perfeziona la nuova funzione per le criptovalute

Questa nuova funzione perfeziona quella introdotta a partire da maggio 2023 nel motore di ricerca Google. Da quel momento, infatti, era già possibile visualizzare su Internet i risultati di ricerca dei domini di Ethereum Name Service (ENS). Questa procedura ha consentito di snellire il collegamento ad un dominio di Crypto, denominato da lunghe sequenze di caratteri e numeri. Il dominio ENS abbrevia le transazioni esattamente come Google abbrevia i risultati di ricerca. Per esempio se voglio inviare fondi Crypto a qualcuno con indirizzo ‘943xafgh’ posso inviarli più semplicemente a ‘suoNome.eth’.

Evitare di visitare le piattaforme in cui sono progettate le Blockchain snellisce di fatto le transazioni e rende merito al principale motore di ricerca di avvalorare la nuova finanza decentralizzata.

Pubblicità Crypto: le nuove norme

Il cambiamento riguarda anche la pubblicità. Infatti dai divieti del 2018 per Bitcoin, di recente Google ha autorizzato la pubblicità degli EFT Spot su Bitcoin, accogliendo di fatto i suggerimenti sulle Crypto da comprare, secondo la seguente norma: “A partire dal 29 gennaio 2024, gli inserzionisti che desiderano promuovere prodotti e servizi di trust di criptovalute negli Stati Uniti dovranno conformarsi a una serie di requisiti e ottenere la certificazione da parte di Google.”

Google quindi consente ai profili certificati di fare pubbllicità di criptovalute, questo dovrebbe far aumentare in modo esponenziale l’interesse degli utenti per EFT Spot su Bitcoin sull’onda delle 100.000 ricerche al secondo effettuate sul principale motore di Internet.

 

 

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments