Quanto guadagna Donnarumma? Al mese, dagli sponsor, ingaggio

0
111

Nella prima serata di Champions League Gianluigi Donnarumma è tornato a sfidare una squadra italiana a un anno e mezzo dall’ultima gara di serie A col Milan. Il portierone di Castellammare di Stabia, in provincia di Napoli, ha affrontato, col suo Paris Saint Germain, la Juventus. La grande parata e l’incertezza sul gol preso hanno ridato fiato alle polemiche sull’estremo difensore: di stipendio Donnarumma prende, infatti, più di qualsiasi portiere, compreso il suo secondo Keylor Navas, ora relegato in panchina.

Ingaggio Donnarumma al Psg

Quanto guadagna un portiere che gioca nel Paris Saint Germain? Se ti chiami Donnarumma stipendio può essere paragonabile a quello di una star degli sport americani. Il presidente dei parigini Nasser Al-Khelaifi ha deciso, infatti, di concedere a Gianluigi Donnarumma stipendio da un milione di euro al mese. Per strapparlo ai rivali e al suo Milan, è stato concesso a Donnarumma contratto mai visto per un portiere: 12 milioni di euro all’anno. Dieci milioni sono fissi, altri due sono legati a bonus facilmente raggiungibili nel corso di una stagione agonistica.

Un’operazione finanziariamente eccellente che porta ancora la firma del suo storico procuratore Mino Raiola, deceduto nei mesi scorsi a seguito di una malattia. L’agente di origine campana lavorò per mesi per garantire che a Parigi decidessero di mettere sotto contratto Donnarumma come primo portiere e ci riuscì. Sembrava una follia alla luce del fatto che il Paris Saint Germain aveva già un estremo difensore di assoluto valore, Keylor Navas, ex del Real Madrid, che guadagna 9 milioni di euro all’anno e che proprio per non rinunciare a questa cifra ha recentemente rifiutato la corte del Napoli. Lo stesso terzo portiere attuale dei parigini, lo spagnolo Sergio Rico, prende 3,5 milioni di euro all’anno pur sapendo che in pratica non vedrà mai il campo in gare ufficiali.

Donnarumma Milan stipendio e sponsor

Come ha fatto il Paris Saint Germain a convincere Gigio Donnarumma a lasciare il suo amato Milan? Le possibilità di vincere la Champions certo, ma la motivazione dei soldi è evidente. Alla voce in bilancio “Donnarumma Gianluigi stipendio lordo” i parigini sborsano ogni stagione 24 milioni, oltre il doppio dei rossoneri. Il Milan, che sarebbe poi diventato campione d’Italia dopo il divorzio dal suo portiere, si era spinto ad offrire al giocatore campano la somma di 7 milioni di euro netti all’anno, di gran lunga l’ingaggio più pesante pagato dal club rossonero ad un suo calciatore in rosa.

Donnarumma firmò il primo contratto da professionista col Milan ad appena 16 anni e 8 mesi; l’ultimo siglato in Italia gli garantiva 6 milioni all’anno. Prima della separazione col Milan il portiere optò per un altro divorzio, quasi altrettanto clamoroso. Nel 2020 il portiere lasciò il suo storico sponsor tecnico la Puma per passare all’Adidas: con scarpette e guantoni della casa delle tre strisce ha vinto gli Europei a Wembley. Un accordo che lo rende il portiere più pagato del mondo anche per quanto concerne la sponsorizzazione del materiale tecnico: il compagno di squadra Marco Verratti è ora l’italiano di punta della Puma con 2,5 milioni di sterline all’anno. Facile pensare che per Donnarumma i rivali di Adidas abbiano dovuto sborsare almeno il doppio.