Chi è Viktor Orban? Vita privata, moglie, figli, patrimonio

0
53

Con l’avvicinarsi della data delle elezioni politiche, anche in Italia è tornato a circolare con insistenza il nome di Viktor Orban. Il primo ministro ungherese è considerato un riferimento anche della destra italiana, soprattutto di Giorgia Meloni, ma le sue posizioni in tema di diritti e soprattutto le politiche omofobiche sono viste sotto una cattiva luce da gran parte dell’Unione Europea.

Andiamo a vedere chi è Viktor Orban, tracciando un profilo del personaggio e della sua ascesa. Viktor Mihály Orban, questo il nome completo, nasce a  Székesfehérvár il 31 maggio 1963. E’ primo ministro in carica e lo è dal 2010: già in precedenza aveva ricoperto la carima di premier per 4 anni dal 1998 al 2002.

Oltre a guidare il Paese magiaro, Orban è ache il leader del partito Fidesz, l’Unione Civica Ungherese. Si tratta di una formazione relativamente giovane che fa del populismo un suo cavallo di battaglia, insieme a politiche di contrasto al processo di europeizzazione della zona con alcuni valori dei conservatori. Secondo tanti analisti politici con Orban per l’Ungheria è cominciato un processo di arretramento democratico, ma questo al momento sembra non turbare nè il leader nè il suo elettorato.

La sua formazione

Orban ha fatto studi giuridici: si è laureato nel 1987 in Giurisprudenza, poi nel due anni ha lasciato l’Ungheria per frequentare Scienze Politiche ad Oxford. E’ tornato in Patria proprio nei mesi della caduta del blocco sovietico. In quegli anni nacque l’embrione dell’attuale Fidesz: da capo del movimento studentesco decise, infatti, di fondare l’Alleanza dei Giovani Democratici.

La sua ascesa è piuttosto veloce: nel 1990, non ancora trentenne, viene eletto all’Assemblea Nazionale e nel 1998 è già primo ministro. Ricopre la carica per quattro anni, poi nel 2002 e nel 2006 i Socialisti vincono le elezioni e Orban si ritrova a guidare l’opposizione parlamentare. Lo farà fino al 2010 quando si impone con una vittoria che va oltre ogni previsione. Grazie alla coalizione col Partito Popolare Cristiano Democratico, Orban riesce ad avere una maggioranza schiacciante ed ad imporre riforme costituzionali, alcune delle quali criticate aspramente dell’Europa. Valga come esempio la legge che limita la possibilità dei giovanissimi ad accedere alle informazioni sul mondo Lgbtq+.

Le elezioni del 2022 hanno segnato la nascita del quinto governo Orban. Con l’ultima consultazione elettorale in Ungheria Fidesz è ancora saldamente il primo partito con 135 seggi su 199. Il partito di Orban, che si avvia ad essere il premier più longevo di sempre, ha ottenuto il 53,3% delle preferenze.

Un plebiscito ottenuto nonostante pochi mesi prima fosse stato completato il processo di privatizzazione dei settori pubblici della cultura e della sanità con il cambio di alcuni contratti di lavoro e le limitazioni del diritto di sciopero. In Ungeria, inoltre, è possibile fare anche 400 ore di straordinario all’anno, pagate nell’arco del successivo triennio.

Vita privata

Orban è sposato con Aniko Levai con la quale ha ben cinque figli Rahel, Gaspar, Sara, Rosa e Flora. In famiglia, però, non tutti seguono lo stesso credo religioso: Viktor Orban è calvinista; suo figlio Gaspar Orban è pentecostale. La moglie Aniko e i figli Rahel, Sara, Rosa e Flora sono invece cattolici osservanti. Non ci sono informazioni ufficiali sul patrimonio di Orban, ma solo sul suo stipendio: guadagna cira 52mila euro all’anno.