lunedì, Maggio 20, 2024
HomeLifestyleIl gioco può migliorare la concentrazione e la memoria? La scienza dice...

Il gioco può migliorare la concentrazione e la memoria? La scienza dice di sì

Le attività ludiche vengono considerate da più parti non soltanto un modo per divertirsi in maniera leggera, ma anche un ottimo strumento per apprendere, allenare abilità specifiche e migliorare memoria e concentrazione. Ad affermarlo oggi non sono però soltanto gli appassionati e coloro che commercializzano le diverse forme di svago, ma anche gli stessi ricercatori, che hanno dimostrato come il gioco praticato nei tempi e nei modi giusti possa avere effetti benefici sul cervello.

I benefici dei videogame sulla mente secondo i ricercatori

Una delle ricerche più recenti effettuate sul tema della correlazione tra gioco e attività cerebrale arriva dalla University of Arkansas in collaborazione con esperti del Ministero dell’Istruzione cinese, i quali hanno cercato di mostrare come la concentrazione possa migliorare dopo aver trascorso un’ora ai videogame.

Pubblicata sulla rivista Frontiers in Human Neuroscience, l’indagine ha coinvolto 30 studenti universitari chiamati a cimentarsi con dei videogiochi d’azione prima di dedicarsi alle attività di studio. Che si trattasse di gamer già appassionati o di persone alle prime esperienze con il joystick, la ricerca ha evidenziato che dopo un breve periodo di tempo passato giocando per entrambe le categorie si riscontrava una maggiore concentrazione visiva, frutto delle variazioni nell’attività neurale che interessavano tanto gli esperti quanto i non esperti.

In realtà questo non è il primo studio del genere, ma anzi più volte gli scienziati si sono soffermati sui possibili benefici che le attività di svago possono avere sui giocatori, effetti che possono riguardare non solo la concentrazione visiva ma anche la memoria, la coordinazione occhio-mano e la flessibilità cognitiva.

Tutti i benefici del gioco sulla mente

Che giocare faccia bene alla mente non è certo un mistero: l’attività ludica, infatti, attiva diverse aree cerebrali migliorando la produttività stessa del cervello, senza contare l’aspetto del divertimento, della socializzazione e della capacità del gioco di ridurre lo stress e favorire il relax della persona. Tutti questi cambiamenti che coinvolgono umore e mente attivano un circolo virtuoso che permette al cervello di lavorare meglio, ottenendo diverse tipologie di benefici.

La memoria a breve termine, per esempio, risulta rigenerata da una costante (ma moderata) attività ludica, dal momento che molti giochi richiedono una forte capacità di leggere gli schemi presenti e, sulla base di questi, di prevedere le mosse degli avversari, una caratteristica questa che ritroviamo per esempio in svaghi tradizionali di carte come il poker oppure in giochi da tavolo e in molti videogame di ultima generazione.

Il gioco, poi, rende la mente più elastica e flessibile rispetto agli impulsi ricevuti, favorendo dunque una migliore capacità di adattamento al contesto e maggiori abilità in termini di apprendimento di nozioni e situazioni nuove, e stimola l’osservazione del contesto, fondamentale durante le partite per agire nel modo più corretto.

Alcune tipologie di gioco, infine, stimolano contemporaneamente le capacità visive e i riflessi, risultando molto utili per l’allenamento della coordinazione occhio-mano. Esempi significativi sono tutti quei videogiochi basati su quadri da completare in un periodo di tempo limitato, come il classico Tetris, ma anche altri passatempi che esulano dal mondo digitale come puzzle, scacchi e racchette.

Fisico o digitale, spazio al gioco!

La ricerca citata ha concentrato l’attenzione sull’uso dei videogame d’azione, che rappresentano una delle categorie più amate in assoluto, tuttavia è bene ricordare che quando si parla di benefici del gioco si fa riferimento a tutte le tipologie di passatempi ludici che, in un modo o nell’altro, possono agire positivamente sulle diverse aree cerebrali e sulle abilità di movimento.

Oggi in tanti scelgono infatti di dedicarsi ai propri passatempi preferiti online, dalle riproposizioni digitali dei classici del gioco ai più evoluti MOBA, sfruttando tutti i vantaggi connessi all’uso di piattaforme e applicazioni mobili di genere, ma non meno importanti sono gli svaghi tradizionali praticabili per esempio attorno a un tavolo o all’aria aperta. Qualunque sia la scelta finale, che può dipendere dalle motivazioni più disparate, spazio dunque al gioco in ogni sua forma: non solo il divertimento è assicurato, ma anche molto altro!

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments