Quanto valgono le videocassette? Prezzi, rarità, collezionisti

0
203

Nella nostra soffitta, in cantina o tra gli scatoloni. Molti di noi potrebbero avere un piccolo tesoro abbandonato nelle stanze meno battute della casa e nemmeno lo sanno. Andiamo a vedere quanto valgono le videocassette, che fino a 20 anni fa erano uno dei nostri intrattenimenti principali e che ora in pratica sono state cancellate dalla rivoluzione digitale.

Cassette Vhs: quanto valgono?

I primi a mandare in soffitta i Vhs sono stati i Dvd. Più comodi, compatti, senza nastro e quindi difficili da danneggiare, hanno per un periodo soppiantato le videocassette. Qualche nostalgico in quel momento ha provato a tenere vive entrambe le opzioni acquistando i famosi lettori dvd con videocassetta incorporata che permettevano anche la migrazione dei contenuti. Una strada battuta in verità da pochi, anche perchè i Dvd non sono stati eterni. L’arrivo della banda larga, dell’opzione on demand e soprattutto delle piattaforme in streaming ha spodestato anche i dvd, accantonati insieme alle videocassette.

Se il valore dei dischi è trascurabile, non altrettanto si può dire per le videocassette, che attualmente sono veri e propri oggetti vintage, per alcuni addirittura di culto. Alcune peraltro possono arrivare a valere addirittura fino a 10mila euro. Vediamo quali sono i criteri di valutazione del valore di una Vhs e quali sono le videocassette di valore.

Cominciamo col dire che negli scatoloni magari troveremo anche videocassette di grande valore affettivo, ma per mirare ad un valore economico non dobbiamo considerare quelle ovviamente frutto di registrazioni o comunque riprodotte. Solo le originali possono essere valutate dai collezionisti come cimeli. Per vendere videocassette usate e ricavare qualcosa bisogna selezionare la merce.

Molti di voi magari penseranno che non possono valere granchè perchè gli impianti per utilizzarli non sono più presenti nelle nostre abitazioni, eppure è proprio questo dettaglio a rendere preziosi i nastri che stiamo per buttare o che abbiamo dimenticato.

Videocassette Disney valore

Andiamo a considerare le videocassette predominanti in molte case italiane degli anni Ottanta e Novanta: quelle dei cartoni animati. In questa categoria meritano un posto di riguardo, nel mondo del collezionismo, i Vhs Disney. Gli appassionati, infatti, le danno in forte ascesa. La maggior parte vale poche centinaia di euro, ma ci sono alcune che arrivano fino a 500 euro, ovviamente se tenute in buono stato, originali e funzionanti. Diamo quale numero, preso dal sito Viva gli anni ’90.

La videocassetta Disney cult è quella originale de La bella e la bestia che può arrivare – secondo il portale – addirittura ad 8mila euro di valore. Ottima quotazione anche per un classico come Cenerentola che raggiunge mille euro. Un altro evergreen, come Biancaneve, viaggia tra i 200 e i 500 euro. Poco meno per la Carica dei 101 che raggiunge al massimo i 300 euro, e per il Re Leone: la prima edizione della storia Simba resta sotto i 200 euro.

Fuori dal mondo Disney, le videocassette rare da collezione sono gli horror di culto degli anni Ottanta che arriva anche a 2mila euro e le serie giapponesi, antenate di anime e manga attuali che pure toccano i mille euro. Poche centinaia di euro per Star Wars e le collane dei cartoni dell’allora Fininvest.

Continua a leggere su MigliorTelevisore