Quanto costa Sanremo alla Rai? Biglietti, pubblicità, cachet, guadagni

0
790

 

Ogni Festival di Sanremo che si rispetti porta con sè una serie di quesiti sulle spese sostenute dall’emittente di Stato per questo show mastodontico. In realtà i successi di audience di quest’anno hanno fugato il campo da qualsiasi dubbio se convenga o meno sostenere spese così elevate per la settimana dell’Ariston. Ma quanto costa Sanremo alla Rai? Scopriamolo

Costi Sanremo Rai

Rai pubblicità: l’accordo a rischio –  Prima di chiederci quanto costa il Festival di Sanremo dobbiamo forse andare a interrogarci su quanti ricavi viale Mazzini in termini di ritorno economico dalla kermesse sanremese. Pensate che in queste ore si è sparsa la voce, a quanto pare fondata, sulla presenza di una cordata di imprenditori che vorrebbe rilevare l’accordo tra Rai e Comune di Sanremo, in scadenza a dicembre, per allestire il Festival.

Questo significa che gli introiti sono elevati, ma anche le spese non sono da meno, seppur non tutte note. Diciamo che la Rai riesce a sostenere costi importanti grazie a sponsor e pubblicità di vario genere. Diverse sono, infatti, le iniziative legate al Festival portate avanti da brand prestigiosi. I guadagni netti finiscono nelle casse di viale Mazzini, ma vediamo cosa esce da Mamma Rai.

Costo Sanremo: i cachet

La voce più rilevante è quella relativa al conduttore che poi assume quasi sempre, fin dai tempi di Pippo Baudo, la duplice funzione di direttore artistico. Secondo alcune indiscrezioni Amadeus incasserebbe per il suo quarto Festival di Sanremo consecutivo una somma di poco superiore al mezzo milione di euro, alla media di 100mila euro a puntata. Per altri il cachet del presentatore sarebbe, inferiore, ma difficilmente sotto i 400mila euro complessivi.

Basti pensare che Gianni Morandi, nella duplica veste di spalla e performer con gli artisti invitati da Sangiovanni al trio inedito con Al Bano e Massimo Ranieri, ha incassato complessivamente 300mila euro. Il cachet di ognuna delle presentatrici che si alterneranno sul palco dell’Ariston, quindi Chiara Francini, Paolo Egonu e Francesca Fagnani, si aggira intorno ai 25mila euro. Caso a parte è quello di Chiara Ferragni che presentando due serate incasserà molto di più (si parla di 100mila euro), ma devolverà tutto in beneficenza alla rete antivolenza Dire.

Gli ospiti nazionali e stranieri rappresentano un altro conto salato da pagare: il cachet di solito oscilla tra i 50mila euro e i 100mila euro. Quest’anno le star finora sono state i Maneskin e i Black Eyed Peas. I cantanti in gara non vengono pagati, ma ognuno di loro ha diritto a 58mila euro di rimborso spese, dai quali vanno detratti 5mila euro destinati all’artista che li affiancherà nella serata dei duetti.

Sanremo biglietti

Quanto costa biglietto Sanremo – Alla fine, sommato tutto, il budget stanziato dalla Rai non è mai al di sotto dei 17 milioni di euro. Quest’anno dovrebbe essere in totale 17 milioni e 300mila euro, ma in alcune edizione si è raggiunta anche la cifra di 18 milioni. I ricavi, però, sono sbalorditivi. Se volete sapere quanto costa un biglietto per Sanremo all’Ariston sappiate che per un posto in galleria ci vogliono 100 euro e 180 per la platea a sera. Per la finale i prezzi schizzano a 320 e 600, mentre gli abbonamenti per le cinque serate costano 1290 euro in platea e 672 in galleria. E poi ci sono le pubblicità: alcuni brand per un pacchetto completo stringono accordi fino a 2 milioni di euro per comparire in tutte le serate.

Continua a leggere su MigliorTelevisore