Chi è Enrico Crippa il tristellato ospite a MasterChef? Vita privata, ristorante, età

0
970

Il suo nome è popolare tra gli appassionati di fine dining e cucina gourmet, ma l’ultima apparizione televisiva lo ha consacrato anche agli occhi di chi è solo una spettatore dei cooking show. Andiamo a scoprire chi è Enrico Crippa il tristellato ospite a MasterChef Italia nell’ultima puntata.

La biografia

Uno dei più noti e stimati allievi del guru italiano della nouvelle cousine Gualtiero Marchesi è, infatti, stato il personaggio di punta della puntata del più noto programma di cucina italiano e non solo, valutando le attitudini degli aspiranti chef. Enrico Crippa è una garanzia nel mondo per quanto riguarda la cucina: già nel 2017 venne inserito tra i migliori del Pianeta per il premio Top Best Chef Awards. Ora che ha superato da poco il mezzo secolo di vita, quasi tutto trascorso tra i fornelli mira sempre più a espandere la propria attività.

Enrico Crippa compirà, infatti, 52 anni nel corso di quest’anno. Lo chef è nato nel 1971 a Carate Brianza, Comune all’epoca in provincia di Milano, oggi inserito nel comprensorio di Monza-Brianza. Crippa è stato quel che si definisce un enfant prodige: già a 16 anni aveva mostrato tutte le sue doti e il suo talento, emergendo all’interno dell’istituto alberghiero che frequentava. L’incontro che gli cambia la vita è quello con Gualtiero Marchesi, con il quale comincia a lavorare da apprendista nel suo ristorante di Milano. Anche se la sua carriera è costellata di collaborazioni prestigiose, la sinergia con Marchesi è il tratto distintivo del suo percorso ed è visibile anche nel 1996 quando il suo mentore lo vuole per aprire il primo ristorante in Giappone di Marchesi a Osaka.

Nei 9 anni in Oriente si forma ulteriormente sia come uomo che come professionista. Torna in Italia quando ha ormai compiuto 34 anni e sceglie la città di Alba in Piemonte, patria del tartufo, per aprire il suo primo ristorante.

Il suo ristorante

L’impronta giapponese è viva nei piatti della tradizione italiana e l’apertura di Crippa ad Alba diventa un successo senza precedenti. Dopo un anno ottiene la prima stella Michelin, poi arriva la seconda (2009) e la terza (2012). Nel 2022, inoltre, ottiene la Stella Verde: è un riconoscimento che va ai ristoratori che si impegnano nella sostenibilità. Dal 2013, inoltre, il suo Piazza Duomo Alba è inserito tra i 50 ristoranti migliori al mondo.

Tra i segreti, oltre alla maestria ed alla contaminazione, c’è il grande rispetto per la tradizione della regione che lo ospita. Non a caso alla carta c’è anche un Menù Barolo e tra i piatti spiccano sapori storici delle Langhe e del capoluogo sabaudo, compreso il tramezzino, che molti non sanno essere nato a Torino nel 1925.

Nonostante sia uno degli chef più famosi d’Italia e non solo, della vita privata di Enrico Crippa si sa molto poco. A dispetto dell’esplosione del fenomeno gourmet e fine dining sui social che ha coinvolto molti colleghi illustri, diventate vere e proprie star televisive, Crippa si è sempre dimostrato molto riservato e schivo alle telecamere. Usa i suoi canali social prettamente per lavoro. Si sa che è legato da tempo alla sua compagna Silvia. Al momento la coppia non ha figli.

Continua a leggere su Grigliando