lunedì, Settembre 26, 2022
HomeLifestyleAcido folico: ecco gli alimenti che ne sono ricchi

Acido folico: ecco gli alimenti che ne sono ricchi

L’acido folico, spesso chiamato anche vitamina b9, è un elemento molto importante per la salute in generale e soprattutto per le donne durante il periodo della gravidanza. Si dà il caso infatti che l’acido folico in gravidanza sia uno degli elementi principali per una corretta formazione del bambino, per questo molti esperti e dottori consigliano già l’assunzione di acido folico prima della gravidanza stessa. Ma quindi dove è possibile trovare la vitamina b9? E in che modo si può assumere?

A cosa serve l’acido folico gravidanza

Se ti stai chiedendo l’acido folico a cosa serve, vediamo nello specifico perché quest’ultimo viene considerato un ottimo alleato soprattutto in caso di gravidanza. Come abbiamo accennato, gli esperti ne consigliano l’assunzione già da prima dell’inizio della gravidanza, proprio perché la vitamina b9 è in grado di aiutare concretamente nella prevenzione di difetti congeniti del tubo neurale del bambino.

Si tratta perciò di un elemento molto importante e nei mesi di gravidanza è fondamentale non avere una carenza acido folico. In particolare la sua assunzione si raccomanda soprattutto nei primi tre mesi della gravidanza e nell’ultimo mese prima del concepimento, per garantire con acido folico benefici concreti proprio nel periodo iniziale di sviluppo del feto.

Differenza tra acido folico e folati

Ora che sai a cosa serve l’acido folico, è importante conoscere la differenza tra questo e il folato, entrambi appartenenti al gruppo delle vitamine b9. Quando si parla del primo si intende generalmente la vitamina che è possibile trovare in quantità precise in acido folico integratori o altri prodotti di farmacia. Quando si parla di folati, si intende invece la vitamina nella forma che è possibile trovare all’interno degli alimenti. Se ti stai chiedendo perciò l’acido folico dove si trova è bene che tu sappia che in commercio vi sono ottimi integratori che possono essere assunti sotto consiglio del proprio medico curante, e che sono molti anche gli alimenti che al loro interno contengono folati.

Acido folico alimenti

Passando perciò agli alimenti che contengono acido folico, o meglio i folati, troviamo in particolare le verdure a foglia verde, così come asparagi, carciofi, broccoli e biete. Ma non è tutto, perché tra gli alimenti ricchi di acido folico troviamo anche agrumi, kiwi, rape, arachidi, ceci e lenticchie. In altre parole, gli alimenti con acido folico sono principalmente di origine vegetale. Tuttavia, una buona quantità è presente anche nel latte, in alcuni cereali, nelle frattaglie, e nelle uova. Vi sono dunque molteplici possibilità per l’assunzione di cibo con acido folico.

Controindicazioni vitamina b9

Nonostante sia ancora molto vivido il pensiero “l’acido folico fa ingrassare”, la verità e che si tratta di una bufala e non ci si deve assolutamente preoccupare di questo. Inoltre, in merito a eventuali acido folico controindicazioni, è bene sapere che la vitamina b9 non produce alcun effetto collaterale. Questo se però assunto entro le dosi raccomandate per la propria salute, situazione ed età. Proprio per questo prima dell’assunzione di integratori è sempre importante consultare il proprio medico curante. Mentre per gli alimenti che lo contengono non vi è alcun problema.

Assorbimento della vitamina b9

Per ciò che riguarda l’assorbimento di questa particolare vitamina, bisogna anche tenere conto delle variabili che possono appunto influire sull’assorbimento soprattutto nel caso dei cibi. Tra questi vi è ad esempio la stessa cottura dei cibi. Per un migliore assorbimento è infatti consigliata l’assunzione di verdura cruda, o comunque cercare di ridurre al minimo la cottura, soprattutto se prolungata e ad elevante temperature.

Inoltre, vi sono altri elementi, come ad esempio integratori a base di vitamina b12, che possono favorire o meno gli effetti dei folati presenti negli alimenti. Infine, è bene tenere conto che vi sono anche determinati farmaci che possono influenzare negativamente o positivamente l’assorbimento di vitamina b9.

Fabbisogno di vitamina b9

Il fabbisogno giornaliero di vitamina b9 per uomini e donne adulti in salute è stato stimato  a 200 mcg. Una quota facilmente raggiungibile con una dieta sana ed equilibrata che includa una buona quantità di alimenti di origine vegetale. Per le donne in dolce attesa, però, il fabbisogno scresce a 400 mcg, e durante l’allattamento a 350 mcg. Anche nel caso degli sportivi e delle donne che assumono contracettivi orali a base di estrogeni e progesterone (tali ormoni tendono infatti ad interferire con l’assorbimento della vitamina b9), può essere necessario un fabbisogno giornaliero maggiore della vitamina.

 

 

 

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments