mercoledì, Agosto 10, 2022
HomeSocietàOggi, 11 luglio, San Benedetto da Norcia: vita, miracoli, curiosità

Oggi, 11 luglio, San Benedetto da Norcia: vita, miracoli, curiosità

San Benedetto da Norcia, il santo che si festeggia oggi 11 luglio, è stata una delle figure cardine nella storia della Chiesa, in quanto fondatore dell’ordine dei benedettini e fine intellettuale. Il patrono d’Europa spicca sugli altri santi per via del suo contributo alla civiltà occidentale. Vediamo più da vicino in che modo e scopriamo la sua vita.

Vita di San Benedetto

Benedetto nacque a Norcia all’incirca nel 480. Era fratello di Santa Scolastica  e discendente della nobile gens Anicia. Da giovane venne inviato dai genitori a studiare a Roma, ma colpito dalla dissolutezza della città, decise di ritirarsi in un luogo isolato: la scelta ricadde su Subiaco, dove visse da eremita in una grotta per ben tre anni. Fu lì che iniziò a temprare la sua fede, anche attraverso le difficili tentazioni a cui venne sottoposto: l’amor proprio, la sensualità e l’ira, che il santo superò con la preghiera e la penitenza.

L’inizio della vita monacale non fu tra i più facili: ovviamente tutti attorno a lui cominciavano a riconoscere la grandezza del santo, ma non sempre ne sopportavano l’austerità, come alcuni monaci che tentarono di avvelenarlo. Alla fine Benedetto fondò egli stesso tredici monasteri nell’arco di trent’anni e nel 529 fece costruire un monastero a Cassino, sulla cima di un monte: fu proprio qui che San Benedetto compose la sua celebre Regola, presa poi a modello da tutti i benedettini e non solo. La Regola di San Benedetto condensava al suo interno il meglio della tradizione monastica: ispirata a San Basilio, conteneva il leggendario insegnamento “Ora et Labora”.

Il significato della regola di San Benedetto

Secondo la sua Regola, la giornata deve dunque essere scandita da momenti di lavoro alternati alla preghiera, in equilibrio perfetto fra azione e contemplazione. Nel prologo viene dato risalto all’obbedienza, dovuta in primis al capo del monastero, l’abate, il quale fa le veci di Cristo, ma soprattutto a Cristo stesso. Tramite questa virtù e la tendenza a glorificare Dio attraverso tutte le azioni, per Benedetto si può ambire al paradiso, mettendo in pratica un cammino suddiviso in dodici passi. Oltre che patrono d’Europa, San Benedetto è anche protettore di agricoltori, agronomi, architetti, chimici, ingegneri, speleologi.

I miracoli compiuti dal santo

La vita di S.Benedetto da Norcia fu costellata da svariati miracoli. In uno degli episodi più famosi, il monaco tramite le sue preghiere fece resuscitare un bambino, addosso al quale era caduto un muro dell’abbazia in costruzione. In un altro Bendetto salvò un monaco dall’annegamento in un lago, inviando uno dei suoi monaci a salvarlo: quest’ultimo camminò sull’acqua senza neanche accorgersene.

Sempre grazie alla forza della preghiera, s.benedetto fu capace di spostare un enorme masso che occludeva la strada per il monastero, mentre un’altra volta riuscì ad esorcizzare un uomo posseduto da un demone che sembrava non avere più speranze.

San Benedetto preghiera

A te oggi rivolgiamo la nostra supplica ardente, glorioso san Benedetto, “messaggero di pace, realizzatore di unione, maestro di civiltà, araldo della religione di Cristo”, ed imploriamo la tua protezione sulle singole anime, sui monasteri che seguono la tua santa Regola, sull’Europa, sul mondo intero.

Insegnaci ancora il primato del culto divino, donaci di comprendere quanto sia grande e fecondo il dono della pace, aiuta tutti coloro che si sforzano di ricomporre l’unità spirituale dei vari popoli, spezzata da tanti eventi dolorosi, così che per la tua protezione ritorniamo tutti quanti ad essere fratelli in Cristo.

Amen.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments