lunedì, Maggio 27, 2024
HomeLifestyleGinseng: cos'è, effetti collaterali, integratore

Ginseng: cos’è, effetti collaterali, integratore

Il ginseng è un prodotto che racchiude tutto il fascino e il mistero dell’oriente, ma che da diversi anni è presente negli usi e costumi occidentali. Si pensi che l’impiego delle radici di ginseng nella medicina popolare cinese ha una tradizione millenaria.

La pianta di ginseng cresce spontaneamente in Asia, con particolare concentrazione in Cina, in Corea, nelle regioni più orientali della Russia e persino in Giappone. In questi Stati avviene anche la maggiore produzione di ginseng.

Esistono ben 12 specie di ginseng, ma la più famosa e impiegata in omeopatia e nell’alimentazione quotidiana è la varietà cosiddetta panax ginseng. Il nome di questa pianta pare che derivi da un nome attribuitele dagli antichi: ren shen, in cinese, significa radice uomo, così chiamata per via della forma antropomorfa delle radici.

Proprietà del ginseng

Come già anticipato la specie più rinomata e impiegata nell’utilizzo quotidiano si identifica con il nome di ginseng panax. La pianta, quando raggiunge un’età di circa sei anni, viene utilizzata per le sue radici ricche in principi attivi, fra questi si citano i ginsenosidi.

Le summenzionate proprietà sono contenute in ogni estratto di ginseng, che viene ricavato dalla radice essiccata della pianta. Pare che ci siano circa 25 specie di ginsenosidi contenuti nel ginseng, ognuna con delle proprietà specifiche per l’organismo: fra questi alcuni si distinguono per avere una funzione tonica e adattogena.

In altri termini, in virtù dei ginsenosidi concentrati nella radice del ginseng, la pianta cinese avrebbe tra le sue proprietà quella di stimolare le facoltà psicofisiche dei soggetti che ne fanno utilizzo. Il ginseng, pertanto, avrebbe dei benefici sulla concentrazione e sulla vivacità creativa delle persone, confermandosi un ottimo alleato per chi studia e per chi lavora.

Le proprietà del ginseng non finiscono, se si pensa che i suoi benefici sono conosciuti e apprezzati dalla medicina popolare, per alleviare i disturbi più disparati. Pare che le radici della pianta originaria dell’Asia abbiano effetti benefici su malesseri come l’ansia, l’insonnia, la gastrite e l’ipotensione.

I benefici del ginseng continuano, se si considerano le proprietà di vasodilatazione dei corpi cavernosi, confermandosi un rimedio efficace contro la disfunzione erettile. Il ginseng gode infatti della reputazione di naturale afrodisiaco. La radice essiccata della rinomata pianta asiatica avrebbe anche dei benefici sul controllo della produzione di insulina, per i soggetti diabetici, e ridurrebbe i livelli di cortisolo, l’ormone dello stress.

Ginseng controindicazioni

Il ginseng panax, in virtù delle svariate proprietà benefiche, si conferma da sempre un dono della natura per il benessere che è in grado di produrre in chi lo assume. Ma, come per ogni cosa, l’eccessivo consumo può portare a sviluppare degli effetti collaterali.

Pare che un utilizzo eccessivo di ginseng comporti la comparsa di sintomi quali febbre, nausea, vomito e diarrea. Si raccomanda di evitare il consumo di ginseng ai soggetti ipertesi e ai pazienti che fanno utilizzo di farmaci antinfiammatori. Anche il ginseng in gravidanza è fortemente sconsigliato.

Nelle erboristerie e parafarmacie è possibile acquistare un ottimo integratore ginseng, da abbinare a una corretta e sana alimentazione.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments