domenica, Giugno 4, 2023
HomeSocietàIpocondria: cos'è, come si guarisce

Ipocondria: cos’è, come si guarisce

Un ipocondriaco è colui che ha paura delle malattie. Si tratta infatti di un disturbo che scatena un’immotivata e infondata paura di avere una qualche tipo di patologia nonostante si sia in salute. Questa condizione è peggiorata negli ultimi anni a causa di tutti i virus che hanno scatenato malattie di cui non avevamo mai sentito parlare, come il covid-19. Ma come fare per eliminare dalle proprie vite questo disturbo? Spesso diventa anche un’ansia da malattia continua che non permette di vivere in serenità. Ecco come risolvere l’ipocondria.

Ipocondria sintomi e cure

Una persona ipocondriaca ha la fobia delle malattie. Ha paura che ogni minimo sintomo sia presagio di una patologia più grave e seria. Spesso si pensa di avere un tumore, di avere qualche patologia incurabile e di essere più cagionevole ed esposto degli altri.

È un timore del tutto infondato che porta l’individuo a isolarsi, ad avere difficoltà nelle relazioni con gli altri e ad avere anche paura di uscire di casa e condurre la propria vita quotidiana.

Spesso è anche un chiaro sintomo di più gravi patologie mentali, nei casi più gravi infatti è possibile che gli ipocondriaci arrivino a soffrire di depressione, frustrazione e all’assunzione di psicofarmaci anche senza nessun tipo di diagnosi o ricetta medica.

La paura di stare male accomuna tantissime persone in maniera diversa. Ci sono infatti casi meno gravi di altri che possono essere gestiti autonomamente e casi gravi che devono essere trattati a dovere.

Le ipocondrie più gravi possono essere curate soltanto con una terapia adeguata ed un percorso seguito da uno specialista esperto. Non si sa attualmente quante siano le persone che soffrono di questo disturbo psichico, ma in Italia negli ultimi anni si è diffuso a macchia d’olio. Colpisce chiunque senza distinzione di sesso o di età e i primi sintomi spesso sono associabili a disturbi di ansia.

Fattori di rischio e complicazioni

Da alcuni studi è emerso che l’ipocondria viene determinata da alcune situazioni specifiche. Pare infatti che spesso sviluppa questo disturbo chi ha sofferto in qualche momento della propria vita di malattie gravi che hanno causato un trauma nell’individuo.

Un altro fattore scatenate può essere la conoscenza di una persona molto vicina che ha sofferto o soffre di una grave patologia, così come anche la morte di una persona molto cara o conosciuta. Anche l’ansia è uno dei fattori di rischio oppure la vicinanza con un’altra persona che soffre dello stesso disturbo.

Non bisogna però confondere chi si preoccupa della propria salute con chi invece soffre di ipocondria. Sono due cose totalmente distinte che non presuppongono necessariamente un disturbo psichico.

Ma se ci si rende conto di aver sviluppato i chiari sintomi di questo disturbo, l’unica cura possibile è quella della terapia da una psicologo o psichiatra. La diagnosi infatti può essere svolta soltanto da uno specialista in materia di disturbi mentali e dopo un’attenta valutazione della persona. Sono utili anche test di laboratorio che siano in grado di dimostrare l’infondatezza del disturbo che si pensa di avere.

Anche un semplice esame del sangue può essere rivelatore di un disturbo e utile inoltre a capire se la persona in questione faccia un uso improprio di farmaci come spesso accade in questi casi.

RELATED ARTICLES
- Advertisment -
Google search engine

Most Popular

Recent Comments