Chi era Andrea Garinei, figlio di Enzo Garinei? Tumore, moglie, vita privata, biografia

0
343

Enzo Garinei, deceduto oggi all’età di 96 anni, ha vissuto una vita costellata di grandi soddisfazioni in tv, al cinema e al teatro, ma purtroppo segnata anche da una tragedia familiare. Suo figlio Andrea Garinei che aveva seguito le sue orme come attore, venne infatti a mancare nel 2016 ad appena 50 anni.

La biografia

Andrea era l’ultimo erede della dinastia che vedeva proprio nel padre Enzo e nello zio Pietro, grande commediografo, una delle stirpi più apprezzate nel panorama della cultura nazionale. Proprio Andrea Garinei era l’unico erede maschio di Enzo (sua sorella è stata fino all’ultimo al fianco del padre) ed era chiamato a intraprendere in tutto e per tutto il percorso del genitore.

Proprio Enzo prima di morire si era lasciato andare in una trasmissione televisiva raccontando il suo rapporto col figlio Andrea e l’enorme dolore per la perdita prematura. Andrea Garinei era nato nel 1966 e fin da ragazzo aveva intrapreso le orme paterne prima frequenando la scuola di teatro e poi con le prime partecipazioni a telefilm delle allora reti Finivest come I ragazzi della 3a C e College. Si dedicò anche al cinema lavorando con Giuseppe Tornatore nella pellicola Il Camorrista e con Lamberto Bava in Demoni 2 ma la grande attrazione per il teatro lo riportò sul palcoscenico molto presto. Suo padre Enzo lo ha diretto inoltre in due spettacoli: Ma va all’inferno e Scusi, lei ci crede ai miracoli.

La morte prematura

Apparì per tre stagioni nel telefilm Don Matteo, poi, alla soglia dei 50 anni arrivò la malattia a spegnere il suo sorriso e la sua voglia di vivere. Il padre spiegò in un’intervista che il figlio era stato operato per un tumore al polmone sinistro ma dopo l’intervento il peggio sembrava alle spalle. Invece la malattia tornò a divorare il povero Andrea mettendo fine prematuramente alla sua vita.

Della vita privata e dei legami affettivi si sa davvero poco. I Garinei sono stati sempre molto riservati (mai si è parlato pubblicamente di una moglie) e tra i pochi amici del mondo dello spettacolo Andrea aveva un legame speciale con Flavio Insinna col quale si conoscevano da ragazzi, avendo frequentato assieme la scuola di teatro. Il presentatore Rai dedicò un lungo post all’amico ricordando i primi spettacoli e tanti momenti belli trascorsi insieme. Insinna ha ricordato con grande dolcezza le diversità di carattere tra i due che avevano cementato il loro rapporto.

Nella lunga lettera Insinna ricorda la soggezione che gli dava quello sguardo di Andrea così profondo. Ricorda l’amico come un uomo che ha sofferto tanto e per questo lo vuole salutare sottovoce, come peraltro richiedeva quella sua eleganza e il suo modo di fare. Il presentatore tv ha ricordato in maniera molto affettuosa gli esordi insieme sul palco tra la preparazione degli spettacoli, i sandwich e i camerini condivisi. Avevano due modi di fare molto diversi, ma forse per questo sono riusciti a cominciare insieme ed a rimanere legati in quella che Insinne ha ritenuto una sincera fratellanza. Un percorso cominciato sotto lo sguardo attento e severo dei maestri del teatro italiano.